Agriturismo La Sovana
LA STORIA DEL PANFORTE
Tipico dolce toscano

La Toscana è conosciuta in tutto il mondo per i suoi territori inconfondibili, per le sue dolci colline e gli innumerevoli piccoli borghi attorniati dalla meraviglia della campagna e ricchi di storia e tradizione. Ancor di più è conosciuta però per la sua tradizione enogastronomica. Piatti come la Pappa al Pomodoro, la Bistecca alla Fiorentina e vini come Chianti o Brunello sono rinomati in tutto il mondo e i turisti invadono ogni più remoto angola della regione alla ricerca dei sapori più tradizionali.

Anche il Natale porta con sé molti dolci e ricette della tradizione come il famoso Panforte che oggi vediamo tutti ricoperto di zucchero ma che un tempo era invece a base di pepe e spezie.

La preparazione del Panforte infatti, era per tradizione affidata agli speziali che utilizzavano principalmente mandorle, arance, limone, melone e spezie. Prima che si trasformasse nella sua versione più “commerciale” diremmo oggi, era chiamato Panpepato perché veniva ricoperto con uno strato di pepe nero ed era un dolce gustosissimo che ancora oggi viene prodotto in alcune zone della Toscana in occasione delle festività natalizie.

Il Panforte vero e proprio però nacque quando la regina Margherita visitò Siena e si decise di creare una versione del tipico dolce senza utilizzare la concia di melone e con una copertura di zucchero a velo al posto del tradizionale pepe nero.

Così nacque uno dei dolci divenuto il simbolo del Natale e di Siena in tutto il mondo. Venite a scoprirlo direttamente in Toscana, prenotate subito il vostro soggiorno in Agriturismo La Sovana o a Le Buche Wine Resort&Spa, le strutture della famiglia Olivi vi aspettano con tante offerte a voi dedicate.
Sarteano (Siena)

La Sovana Strada provinciale SP 478 di Sarteano - km 1.6 Sarteano (Siena)| Telefono: +39 0578274086 | fax +39 0578275005 | E-mail: info@lasovana.com | P.iva 00691730557